Zonca, Vittorio, Novo teatro di machine et edificii : per uarie et sicure operationi; có le loro figure tagliate in Rame é la dichiaratione e dimostratione di ciascuna; opera necesaria ad Architetti, et a quelli ch di tale studio si dilettano

Table of contents

< >
[11. MOLINO FABRICATO NEL MEZO D’alcun Fiume ſopra Vaſselli, ouer Caſe di legno.]
[12. MOLINO TERRAGNO]
[13. MOLINI FATTI COL MOTO DiAcque raccolte.]
[14. MOLINO FATTO COLMOTO De gli Animali.]
[15. ALTRA SORTE DI MOLINO COL MOTO DE GLI ANIMALI.]
[16. PISTRINO PER PESTAR Diuerſe materie.]
[17. MACHINA PER ARROTAR ARMI COL MOTO DEL CAVALLO.]
[18. MACHINA PER ARROTAR ARMI col moto dell’Acqua.]
[19. MACHINA PER ARROTAR ARMI COL MOTO DELL’HVOMO.]
[20. MACHINA PER FOLLAR I PANNI DI LANA, ET ALTRO.]
[21. SOPRESSA PER DAR IL LVSTRO ALE TELE, ET ALTRO.]
[22. PRISTINO PRELO, OVERO Strettoio per far il Vino.]
[23. PISTRINO PER FAR LOGLIO.]
[24. MANGANO PER DAR IL LVSTRO ET LISCIAR TELE ZAMBELLOTTI, ET ALTRE COSE.]
[25. ALTRA FIGVRA DI MANGANO più facile.]
[26. CARRO DELLE ZAFOSINA.]
[27. RVOTA PER ALZAR L’ACQVA.]
[28. TORCHIO PER IMPRIMER LE LETTFRE PER STAMPAR I LIBRI.]
[29. FILATOIO DA ACQVA.]
[30. NELLA PRIMA TAVOLA.]
[31. Nella ſeconda Tauol@.]
[32. TORCHIO PER STAMPAR I diſſegni con i Rami intagliati.]
[33. RVOTE DA INCAVAR IL PIOMBO PER LE FINESTRE DI VETRO.]
[34. NELLA SECONDA TAVOLA.]
[35. MACHINA DA PESTARIL CARBON Per farne la Poluere.]
[36. MACHINA DA PESTAR La Poluere perle Bombarde.]
[37. MACHINA DA VOLTAR GLI Schidoni per cuocer le viuande.]
[38. MACHINA DI SPIEDI Col mouimento del Fumo.]
[39. CARTIERA]
[40. ISTROMENTO CHIAMATO ARGANA CON LAQVAL SI GARZANO I Panni di Lana.]
< >
page |< < (7) of 137 > >|
DIMACHINE, ET EDIFICII.

MACHINA PER TIRAR PIETRE,
& altra materia biſognoſa ſopra le Fabriche.

L Aſciando ſtar la Machina detra Triſpaſton, laquale ſi come al-
cuniaffermano ora compoſte di viti perpetue, &
che Archi-
mede contale Machina faceua le marauiglie.
Dico che la pre
ſente Machina è molto facile, ſpedita, &
di poca ſpeſa, & che
ciò ſia vero i Muratori, &
altri Maeſtri di vna gian Fabrica
dalla Città di Padoua, hanno tralaſciato la vite perpetua, con la qnale tira-
uano le pietre ſopra dieſſa Fabrica, &
ſi hanno appigliato à queſta, come
più eſpediente, per eſſer compoſta di ſemplici girelle, &
d’argona. Perla
qualcoſa non dirò più quello, che dice Vitruuio, cioè del mouimento dirit
to delle funi, &
del circo lare delle girelle, & dell’argana, percioche queſto
s’hàda intender in ogni ſorte di mouìmento La preſenre Machina dunque
contiene due taglie, ò girelle, l’vna ſuperiore cioè alla ſemmira della fabri-
ca, l’altra inferiore poco diſcoſto dalla quale ci è l’argana, ò ergata, che al-
cuni la chiamano (laſcio ſtar l’altre due girelle, che tengono l’altro capo
della corda, perche ciò che ſi dirà dell’ operation di due, ſi douerà inten-
der il ſimile delle altre due) à queſta argana, che ancora i Maeſtri chiama-
no fuſo, per eſſer in piedicon i ſuoi perni diſopra, &
di ſotto, s’auolgono le
funi, l’vna alquanto diſtante dall’ alrezza, accioch@non s’impediſcano inſie-
mela qual funi, mentre che la Machina ſi moue, l’vna tira vna caſſa in alto
piena di materia, &
l’altra diſcende à baſſo con vn’altra caſſa ſimile, mà vo-
ta.
ritornando alle taglie dico, che il peſo viene ad eſſer diuiſo in tre
parti, dalla taglia ſuperiore, dalla inſeriore, &
dal giramento del fuſo, ilqua
le ſerue per vn’altra taglia, mà la proportione, che naſce dalla caſſa inferio-
re, per la corda alla girella ſu periore, &
di qui per la corda alla inferior gi-
rella, e quella, che cagiona vn triangolo rectan golo, il lato oppoſto del qua-
le è eguale in poſſanza à i due lati minori, coſi dunque il lato della fune dal-
la taglia di ſopra à quella di ſotto, viene ad eſſer in poſſanza maggiore, che
non farebbe ſe il motore fuſſe nella parte ſuperiore della taglia, ſi come in-
teruiene nelia vite perpetua, ouero in altre ſimili.
Dimanieratale, che la
grauezza di quella caſſa rid otta alfuſo, ſarà circa la terza parte della ſua
grauirà, mà quindi poi ſcema anco della terza parte mediante la ſtanga, o-
uero vette fiſso nelfuſo, alquale il cauallo è fermato.
Queſto vetto è de-
gno di conſideratione, per eſser di portion d’vna quarta dicerchio, percio
che ilmotore ſenza molto allontanarſi dal fuſo è lontano dal centro dell’im

Text layer

  • Dictionary

Text normalization

  • Original

Search


  • Exact
  • All forms
  • Fulltext index
  • Morphological index