Volta, Alessandro Elettricita che le polveri soffiate da un mantice contro a de' piatelli metallici vi eccitano 1789 it volta_eletPolv_826_it_1789.xml 826.xml

ELETTRICITÀ

CHE LE POLVERI SOFFIATE DA UN MANTICE CONTRO A DE’ PIATTELLI METALLICI VI ECCITANO

Anteriore al Luglio 1789.

FONTI.

Stampate.

Manoscritte.

Cart. Volt.: I 39.

Osservazioni.

Titolo: da I 39.

Data:

I 39: consta di minute autografe, che si pubblicano per intero e che contengono risultati sperimentali, ai quali il V. accenna nelle prima parte dell’ « Addizione alla Let- tera settima » sulla meteorologia elettrica (Br. Bibl., T. X, luglio-agosto 1789), che si pubblicherà nel successivo volume.

[Empty Page]

Cart. Volt. I 39.

ELETTRICITÀ CHE LE POLVERI SOFFIATE DA UN MANTICE CONTRO A DE’ PIATTELLI METALLICI VI ECCITANO.

Polvere delle stanze oppure cenere

Un’altro giorno la cenere elettrizzava in -non che l’Argento ec., ma anche lo Stagno, e il Zinco, sebben questi debolmente; e solamente il ferro in +, e fortemente. Riscaldata però al Sole, in + anche il Zinco. La polvere scopata dal suolo in -debolmente lo Stagno: in + con maggior forza lo Zinco ; e il Ferro molto più fortemente in +. L’Argento, l’Ottone, e mas- sime il Rame, fortemente in -tanto dalla cenere, quanto dalla polvere del suolo, asciugata o no.

E -

Leggasi: « Elettricità in meno ». [Nota della Comm.].

con rame, argento, ottone, mercurio:

con Stagno, Zinco, Ferro, E +

Leggasi: « Elettricità in più ». [Nota della Comm.].

Polvere di Cipro

E -

con tutti

Gesso calcinato

E -

con rame e mercurio: E + con argento, ot- tone, stagno, zinco, ferro.

Debole El. in tutte le maniere probabilmente perchè non essendo in polvere fina, non viene soffiato a dovere. Diffatti macinato più minuto, sebbene non ancora molto fino, fa assai meglio.

Sal comune grossolanamente polverizzato e asciutto, E - col rame, ottone, argento, mercurio : E + col ferro, zinco, stagno: notabile che affetti più l’E -il rame, che l’argento; e più l’E + il ferro, che il zinco. Stanno dunque i sopranotati metalli nella seguente serie: Rame, Mercurio, Ottone, Argento, Stagno, Zinco, Ferro, riguardo all’affettare i superiori l’E -, gl’in- feriori l’E +.

Fra le polveri poi la cipria eccita in tutti i detti metalli E -: il Gesso all’incontro E + con tutti, eccetto solo il Rame e il Mercurio : la polvere delle stanze e la cenere E - nei quattro primi, E + negli altri tre.

La cipria tendendo ad eccitare nei metalli l'E-, lo fa tanto meglio, quanto trovansi più in alto nell’indicata serie, e tanto peggio quanto tro- vansi più bassi: così difficilmente e poco si elettrizza con essa polve il Ferro, ottimamente e a meraviglia il Rame: gli intermedi a proporzione.

All’incontro il Gesso calcinato tendendo ad elettrizzare in più i metalli, lo fa tanto meglio con quelli che si trovano in fondo della serie; quindi fa prodigi col Ferro elettrizzandolo + e pochissimo col Rame; El -poco col- l’Argento E + cogli altri metalli a proporzione.

L’Elettricità che ottengo nelle migliori combinazioni è di 10. 15. 20 e più gradi con pochi soffj del mantice; quella colle combinazioni meno rispon- denti di 1. o 2. gradi, con un maggior numero di soffj, ec.

Sal di Glaubero sfiorito. E - nel Rame, Mercurio, Ottone, nell’Argento or + or -, or 0: negli altri E +.

Un’altro giorno la polvere degli appartamen ti elettrizzava : Il Rame E -: l’Argento E +: l’Ottone E -: Stagno E -: Zinco E + forte: Ferro E + più forte: Mercurio E - fortissima, cosicchè con tre o quattro soffj le paglie battono contro.

N. B. Tempo umido da alcuni giorni: l'Igr. sempre sopra li 82 gr., e da due giorni sopra li 85.

Appare in questa sperienza, che l’Argento stia più dello Stagno vicino ai metalli che affettano l’E +; e che il Mercurio affetti sovranamente l’E -.

La serie dei metalli cominciando da quelli che affettano l’E -, e termi- nando con quelli che affettano l’E +, è questa. Mercurio: Rame: Ottone: Stagno : Argento : Zinco : Ferro : Piombo.

Poco dopo acquistano l’E -. Mercurio: Rame: Stagno: e la positiva: Ottone: Argento : Zinco : Ferro.

N. B. Sempre colla polvere degli Appartamenti.

I tre di mezzo, cioè Argento, Stagno, Ottone, sono incerto modo inde- cisi se affett.no più questa o quella Elettr. e qual di loro l’affetti più; e son soggetti a varietà ed anomalie ; all’incontro il Mercurio e il Rame affettano decisamente l’E -: il Ferro, e Zinco l’E +.

La polve di Cipro, in questo istesso giorno umido; eccita E + nel Ferro; Zinco; Argento (discretamente forte); nello Stagno or E +, or E -(deboli):

E - nell’Ottone; Rame (forte); Mercurio (fortissima).

N. B. Sembra dunque lo Stagno tenere il giusto mezzo, ed essere il più indeciso di tutti.

Un altro giorno: Term. gr. 8. Igr. 83 — 84.

Polvere di Gesso fina, stata varj giorni in stanza umida

nel

Mercurio . . . . . . . . . . .

E — forte

Oro . . . . . . . . . . . . . . . . .

E + forte

Argento . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Rame . . . . . . . . . . . . . .

E + assai forte

Ottone . . . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Ferro . . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Stagno . . . . . . . . . . . . . .

E + mediocre

Piombo . . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Zinco . . . . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Marmo . . . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Mattone . . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Acqua . . . . . . . . . . . . . .

E — forte

Carta asciugante . . . .

E + fortissima

Carta da scrivere . . . .

E + fortissima

Assicella di legno dolce

E + fortissima

Assicella di legno duro

E + fortissima

Pergamena . . . . . . . . . .

E + fortissima

Avorio . . . . . . . . . . . . .

E + fortissima

Carta bagnata . . . . . . . .

E — fortissima

Carbone . . . . . . . . . . . . .

E — fortissima

Il Mns. qui presenta un richiamo al quale manca la corrispondente nota. [Nota della Comm.].

Cuojo di un libro . . .

E + forte

Marrocchino . . . . . . . . .

E + fortissima

N. B. Si son fatte tutte queste sperienze, e soffiando la polvere dal solito manticello sopra i contronotati corpi; e ponendo la polvere stessa sopra i medesimi, e soffiandola via tanto col mantice purgato di polvere, quanto colla bocca, od anche facendo vento con un libro, ecc.: e il risultato è stato il medesimo; sol che l’Elettr. è molto più forte soffiando fuori la polvere del mantice, e contro i corpi con veemenza.

Per l’acqua, e i corpi bagnati si è dovuto adoperare sempre in questo modo, cioè porre la polvere nel mantice, e spingerla contro i medesimi; perchè ponendola su di essi, vi si attacca, e non può soffiarsi via. Resta perciò dubbio se l’E - di essa acqua e corpi bagnati vi sia eccitata realmente dall’urto della polvere ; o veramente vi sia portata per comunicazione dalla polvere medesima elettrizzatasi pel soffregamento colla canna del mantice, da cui sorte.

N. B. La polvere sorte dal soffietto, che ha la canna di ferro, elettrizzata E -: può essere dunque che comunichi cotesta sua E - all’acqua, e ai corpi bagnati, non eccitandovene punto. L’E - però del Carbone debbe realmente esservi eccitata, comparendo forte fuori di modo.

Colla polvere di cipro non si può far nulla ponendola sui corpi.

Soffiandola fuori del Mantice acquistano:

Corpi bagnati

E — fortissima

il Carbone . . .

E — fortissima (un poco anche spolverandolo di cipria)

l’Oro . . . . . . .

E — debole

l’Argento . . . .

E ± debole

Ottone . . . . . .

E — mediocre

Stagno . . . . . .

E + debole

Rame.. . . . . .

E — mediocre

Ferro . . . . . . .

E — mediocre

Zinco . . . . . .

E — mediocre

Piombo . . . . .

E + fortissima

Igr. 87 - T. gr 7 ½.

Un altro giorno la polve di cipro E - in tutti (gli ... anche nel ferro) E + nel Zinco (debole), e nel Piombo (fortissima).

N. B. Appar dunque, che ora affetti più l’E + il Zinco che il ferro, e assai più che l’uno e l’altro il Piombo.

La polvere scopata dal suolo della stanza produce E + nel Piombo (for- tissima); nel Zinco (forte); Ferro (forte); Argento (mediocre); Stagno (debole); E - nell’Oro (forte). E - nell’Ottone (fortissima)

Il giorno dopo, istessa temperatura, e istesso umido, l'Ottone si elettrizza coll’istessa polvere delle stanze e colla cipria E + (mediocre);

L’Argento E + (fortissima). Abbiam dunque Argento, Stagno, Ottone, che si E +, e non E -, come in altre prove del giorno innanzi; sebbene trovasi già, che in una serie qui contro aveano E + sì l’Argento, che lo Stagno; e nell’altra pag. opposta l’Ottone. Questi tre dunque medii, Argento, Stagno, e Ottone sono soggetti a varietà; non così i tre primi, Piombo, Zinco, Ferro, che affettano decisamente l’E +; e i tre ultimi, Rame, Oro, Mercurio, che affet- tano pur decisamente l’E -.

Il giorno appresso però (umidità l’istessa) anche il Rame, e l’Oro acquistano E + dalla pochissima polvere residua nel mantice: rimessa la polvere l’Oro E - debolissima

Questa nota, che è stata fedelmente riprodotta dal Mns., appare in aggiunta, ed è posta in una pagina a lato in bianco. [Nota della Comm.].

.

il Rame E - (mediocre); lo Stagno E + (debole); l’Oro or E +, or E - (deboli); il Mercurio E - (fortissima).
Sembra dunque diverso l’ordine dei metalli, ecc.

; Rame (forte); Mer- curio (straforte).

Stanno dunque i metalli cominciando da chi più affetta l’E + e termi- nando a quello che più affetta l’E -, come siegue:

Piombo : Zinco : Ferro : Argento : Stagno : Ottone : Rame : Oro : Mercurio.

Term. gr. 7 1/2, Igr. gr. 86.

La polvere scopata dal pavimento della stanza elettrizza di E -; i legni; il cartone; la majolica; la pergamena,; il panno color di mattone (fortem.); il carbone (fortissimo); il vetro: di E + la carta da scrivere (debolmente); l’acqua (fortemente); una stoffa di cotone color d’aria (debolmente);

La polvere delle stanze elettrizza (soffiata dal solito mantice) di E - il vetro (debolmente); la tela incerata (fortemente); le resine (fortiss.).

N. B. Queste anche quando non v’è quasi più polvere nel soffietto; meno però assai di quando ve n’è discretamente: onde è dubbio, se l’aria sola spinta dal soffietto produca Elet.

E + nel Marmo bianco (estremamente forte), umido, sicchè non con- densa punto. Lo stesso anche asciugato, sicchè condensa bene.

E - in un pezzo di mattone vecchio, umido, e sporco (fortissima).

E + (debolissima) in un’assicella impregnata di potassa, e asciugata da un pezzo; esposta però da giorni ad umido sopra 83.

E + (fortissima) in un mattone similmente inzuppato, asciugato, ecc.

E - (fortissima) nella carta sciugante, da un pezzo esposta all’umido 96. e in carta da stampa, ec.

E + (fortissima) nelle stesse carte inzuppate d’acqua, ma non grondanti.

E - (fortissima,) nella pelle di vecchj libri legati (Igr. da un pezzo 86).

E - (mediocre) nel cartone esposto all’ambiente umido gr. 87.

E + (forte) nel cartone notabilmente più umido, non però bagnato.

E + (discreta) in un’assicella, umida per l’ambiente da un pezzo 86.

E - (forte) in varie altre assicelle egualmente esposte.

E + (fortissima, anche con quasi niente di polvere residua) nelle stesse assicelle bagnate, anche leggermente.

E + (fortissima) nella carta da scrivere, tanto fina, che notarile (sempre Igr. 87.).

E - (mediocre) Stoffa di seta vecchia, e frusciata (Igr. come sopra).

E + (debole) Stoppa (Igr. item).

E + (debole) Avorio vecchio, giallo, lucido: (forte) raschiato, e reso bianco.

E + (mediocre) Tela color chiaro di vino, vecchia, e logora (Igr. item).

E + (debole) Olio d’ulivo.

E + (mediocre) Carta sciugante inoliata.

E - (forte) Un impasto di solfo, e carbone, semicoibente.

E - (fortissima) il Carbone.

La stessa polvere delle stanze: istessa temperatura e umidità

nel

Piombo ...............................................

E +

Ferro .................................................

E +

Zinco .................................................

E +

Argento ..............................................

E -

Stagno ...............................................

E -

Ottone ...............................................

E +

Rame ...............................................

E -

Mercurio ................................................

E -

È ben curioso, che l’Ottone ora affetti l'E +, mentre e Rame, e Argento, e Stagno affettano l’E -.

Vedi indietro la nota (*).

La stessa polvere T. gr. 7. Igr. 87.

Pannilino bianco . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

E - (mediocre)

Calza di seta bianca, vecchia, ma lavata .

E + (mediocre)

Panno color di mattone.. . . . . . . . . . . . . . . .

E - (debole)

Stoffa di color cilestro . . . . . . . . . . . . . . . .

E - (debolissima)