Ceredi, Giuseppe, Tre discorsi sopra il modo d' alzar acque da' lvoghi bassi : Per adacquar terreni. Per leuar l' acque sorgenti, & piouute dalle ca[m]pagne, che non possono naturalmente dare loro il decorso. Per mandare l' acqua da bere alle Città, che n' hannobisogno, & per altri simili vsi. ; Opera non piu stampata

Table of figures

< >
< >
page |< < of 119 > >|
    <archimedes>
      <text>
        <body>
          <chap>
            <p type="main">
              <s>
                <pb xlink:href="021/01/077.jpg" pagenum="57"/>
                <emph type="italics"/>
              tioni di uarij effetti utili, & come a prima giunta ſi moſtrano aſſai
                <lb/>
              riuſcibili, che loro ſi uolgono per la fantaſia. </s>
              <s>ma tutta uia queſti
                <lb/>
              penſieri, ſe nó ſono in capo d'huomo piu che mediocremente ſcien­
                <lb/>
              tiato; & come dice Galeno, che eſſendo da natura prudente, gia
                <lb/>
              habbia con lungo tempo, & grande studio fatto molte ſicure pro­
                <lb/>
              ue; per la maggior parte rieſcono ſallaci: non ſenza uergogna, &
                <lb/>
              danno notabile dell'autore ſuo, s'egli nó ſarà in maniera agiato de'
                <lb/>
              beni della fortuna, che poſſa ſpenderne una parte ſenza pregiudi­
                <lb/>
              cio dell'economica, in queſti honeſti, & anco quando c'ingannano
                <lb/>
              lodeuoli piaceri. </s>
              <s>imperoche tante cagioni di tutti quattro i gene­
                <lb/>
              ri, & di tutti gli iſtromenti, & mezi, con tante proportioni di
                <lb/>
              gradi, talhora ui concorrono; che ſe bene non deue eſſer tenuta per
                <lb/>
              ignoranza groſſa quella che nelle primiere operationi impediſce gli
                <lb/>
              eſſetti deſiderati; quella tuttauia di coloro, che ſi perſuadono d'eſ­
                <lb/>
              ſere quanto ſi conuiene ammaeſtrati nell'arti, che ui biſognano, &
                <lb/>
              non ſono, non merita eſcuſatione alcuna.
                <emph.end type="italics"/>
              </s>
            </p>
            <p type="main">
              <s>
                <emph type="italics"/>
              In duoi caſi adunque puo eſſere di giouamento la piegatura delle
                <lb/>
              cigognole: uno è quando il ſito del motore animato lui produce piu
                <lb/>
              forza una uolta, che l'altra: & queſta ſi dee piu preſto chiamare
                <lb/>
              commodità. </s>
              <s>L'altra è quando ſenza la piegatura il moto in una
                <lb/>
              parte di lui ſi rende difficiliſſimo, & quaſi impoſſibile: & queſto è
                <lb/>
              quando il motore moue con qualche mezo. </s>
              <s>La figura della prima
                <lb/>
              è ſecondo il uette d'alcune martinette tedeſche, & è queſta.
                <emph.end type="italics"/>
              </s>
            </p>
            <figure id="id.021.01.077.1.jpg" xlink:href="021/01/077/1.jpg"/>
          </chap>
        </body>
      </text>
    </archimedes>